CODICE ETICO PTR

Ogni socio PTR s’impegna al rispetto del codice etico dell’associazione, deve adempiere agli obblighi d’ogni cittadino onesto e leale, essendo esempio per i suoi allievi, per la comunità in cui vive, oltre che, naturalmente, per tutto il mondo del tennis.

Ogni socio PTR è inoltre chiamato a mantenere ed osservare la massima integrità morale e ad incarnare gli ideali più alti della nostra professione.

La nostra Associazione richiede perciò una stretta osservanza del seguente Codice Etico.
Gli scopi e gli ideali che il PTR vuole che vengano perseguiti sono:

 

  1. Tutti i nostri soci devono essere leali, onesti e sportivi in ogni circostanza, tali da risultare esempi professionalmente ineccepibili dentro e fuori dal campo, essendo modelli di rettitudine morale.
  2. Ogni socio deve far sempre, e immediatamente, fronte ai propri impegni e obblighi finanziari; deve altresì onorare adeguatamente i propri contratti.
  3. Ogni socio deve costantemente cercare di accrescere il proprio bagaglio professionale, continuando ad aggiornarsi didatticamente partecipando a corsi d’aggiornamento, seminari, simposi, ecc., sforzandosi di tendere all’eccellenza, migliorandosi in ogni ambito e circostanza.
  4. Ogni socio ha l’obbligo di indossare una divisa impeccabile, nel pieno rispetto dei luoghi in cui opera, o che si trovi a visitare, o in cui giochi, in conformità ai modelli là desiderati.
  5. Si insegni secondo le regole del nostro gioco e ci si attenga ad esse, nella forma e nella sostanza. Si rispettino sempre gli arbitri e le loro decisioni.
  6. I soci evitino di impartire e sollecitare lezioni laddove un altro insegnante operi, se non dopo esserne stati autorizzati.
  7. Si incoraggi sempre il rispetto per i colleghi e per il Professional Tennis Registry.
  8. Ogni socio regolarmente iscritto ha il diritto di usare il logo PTR sul proprio abbigliamento o a scopi pubblicitari. Qualora decadesse l'iscrizione al PTR, non può più usare sotto alcuna forma il nome ed il logo PTR.
  9. In caso di disdetta dall'Associazione da qualsivoglia delle parti, l'ex associato ha l'obbligo di eliminare PTR da tutti i suoi documenti e di non dichiarare di far parte di PTR. La qualifica PTR, perde validità, in caso di un reingresso associativo, dovrà sostenere nuovamente gli esami di certificazione per ottenere una nuova qualifica.
  10. Il PTR si riferisce solamente al singolo associato e non ad una possibile attività commerciale. In caso contrario è violato il codice etico.

 

Se ogni socio PTR seguirà queste norme, con intelligenza, rispetto e passione, emergerà il più alto senso civico, a proprio vantaggio e dell’intera associazione.